Incisori contemporanei banner

Locci Gabriella

 

 

Nata a Cagliari dove ha compiuto gli studi artistici e dove attualmente vive e lavora.
È impegnata nella sperimentazione e ricerca nelle arti visive e in particolare nel settore dei
linguaggi incisori; nella sua ricerca approfondisce, sperimenta e rinnova sia le tecniche di
incisione che quelle di stampa, mescolando e contaminando con soluzioni complesse e
imprevedibili. Le linee della ricerca aprono ad un rinnovamento del metodo dell’elaborazione
progettuale e del concetto di struttura della stessa matrice, legandola a più ampie e libere
modalità di stampa.
Su commissione di enti pubblici, ha realizzato progetti di interventi nello spazio urbano. Ha fatto
parte del “Gruppo Interdisciplinare di Ricerca e Sperimentazione” del Dipartimento di Scienze
Matematiche dell’Università di Cagliari. Dal 1992 al 1997 è stata docente del laboratorio di
Tecniche d’Incisione e Stampa presso l’Istituto Europeo di Design di Cagliari.
Ha fondato Casa Falconieri-centro di sperimentazione e ricerca che, con il suo modello
fortemente innovativo di gestione aperta e sperimentale del settore dei linguaggi incisori, ha
delineato nuove linee guida che ottengono riconoscimenti internazionali.
E' stata invitata in Romania dal Ministero della Cultura come “Artist in residence” e nel 2011 è
"Artist in residence" nel Centre d'Art Contemporain de Essaouira in Marocco.
Promuove e realizza workshops internazionali di sperimentazione e ricerca nel settore
dell’incisione originale.
Dal 2006 al 2010 ha rappresentato il Ministero della Cultura italiano nella Fondazione Teatro
Lirico di Cagliari, promuovendo e ideando il progetto espositivo MAT.
Ha ideato e cura progetti quali “I Luoghi del Segno”, “Viaggiatori/Viajeros" interamente dedicati
alla sperimentazione nell’incisione originale.
Dal 2011 collabora con il Premio Acqui Terme per l’Incisione.
Nel 2011 è artista invitata alla 54° Biennale di Venezia; in tale occasione il museo MAN (Museo
d’Arte contemporanea della provincia di Nuoro), a cura dell'allora direttore Cristiana Collu, le
dedica una mostra personale di approfondimento sul suo percorso artistico.
Nel 2012 è artista invitata a Dresda per la rassegna Ostrale Internationale Ausstellung
zeitgenössischer Künste dove presenta due grandi installazioni sulla tematica del viaggio e
della memoria.
Promotrice di progetti dedicati alla diffusione dei linguaggi incisori e al loro continuo
rinnovamento, è fondatore del complesso progetto del Festival Internacional de Grabado F.I.G.
di Bilbao. E’ presidente del F.I.G. e del Premio F.I.G.
Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private in Belgio, Romania, Svizzera, Italia,
Spagna, Paraguay, Portogallo, Germania, Stati Uniti, Marocco, Giappone, Polonia, Serbia.

 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy