Incisori contemporanei banner

Metallinò Elettra

 

 

Nata a Trieste il 14 gennaio 1932.
“Ho iniziato a dipingere nel 1949 con la guida del pittore triestino Carlo Pacifico che mi insegnò varie tecniche pittoriche e il disegno in tutti i suoi aspetti. Nel 1954 ho appreso la tecnica xilografica e in particolare la linoleografia. Lo studio della storia dell'arte è molto importante per la mia formazione artistica”.
Elettra Metallinò è fra i soci fondatori di Xylon Italiana con sede a Genova dal 1985.
Tra i suoi temi preferiti, oltre ai soggetti fantastici e alle scene di genere trattate al limite del grottesco, vanno considerati i lavori dedicati al mondo ebraico raccontato nella dimensione tragica della persecuzione e in quella quotidiana della fede e della speranza. Ha esposto in centinaia di mostre di grafica e pittura in tutto il mondo in decenni di attività e ha tenuto numerose personali.

Sue opere si trovano in diversi musei e collezioni, tra cui:
Trieste, Civico Museo Revoltella; Bassano Del Grappa, Museo Civico; Milano, Castello sforzesco, Civica raccolta Bertarelli; Oderzo, Pinacoteca Alberto Martini; Carpi, Museo della Xilografia italiana; Bagnacavallo, Gabinetto nazionale delle stampe; Pisa, Raccolta disegni e stampe dell'università; Osimo, Palazzo Campana, Civica raccolta d'arte; Genova, Villa Croce, Museo d'arte contemporanea; Matera, Biblioteca Civica; Santa Croce sull'Arno, Villa Pacchiani; Acquiterme, Museo dell'incisione; Mantova, Raccolta delle stampe, Adalberto Sartori; Trieste, Civici musei di storia e arte, Civico Museo della Risiera di S. Sabba, Monumento Nazionale; Trieste, Museo Sartorio, Gabinetto delle Stampe

 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy