André Beuchat è nato a Neuchâtel (Svizzera) nel 1956 da madre veneziana e da padre svizzero. Dopo gli studi nella sua città natale, parte per Roma (trascorrerà due anni, 1976-1978, nella Guardia Svizzera Pontificia, entrando così in contatto con le testimonianze artistiche dei grandi maestri del passato). Frequenta nel 1978 la scuola di restauro Palazzo Spinelli a Firenze; nel 1980 apre un laboratorio di ceramica d’arte a Fidenza. Dopo aver seguito un corso di calcografia presso il Centro Internazionale della Grafica a Venezia, inizia nel 1986 la sua attività di incisore. Il suo corpus calcografico comprende sino ad oggi (2016) più di 700 lastre, la maggior parte acqueforti e puntesecche su rame stampate nell’atelier Alma Charta. Espone regolarmente in Italia e all’estero. Nel 2005 crea l’Atelier Alma Charta a Toccalmatto di Fontanellato, presso Parma; collabora con scrittori e poeti, realizza libri e quaderni d’artista in tirature limitate con caratteri mobili e incisioni calcografiche. Partecipa attivamente a rassegne estere di bibliofila d’arte, quali le Salon Page di Parigi, il Buchdruckkunst Messe di Amburgo, il Minipresse Messe di Magonza, Artpage a Octon, il International Project Book di Marsiglia, il Biblioparnasse di Dives-sur-Mer, il Codex Book Fair di San Francisco. E’ l’ideatore e promotore del salone internazionale del libro d’artista e della stampa d’autore Liberbook a Parma ( 2013 – 2015).

L’atelier Alma Charta, unica realtà in terra bodoniana,  è stato recensito nel 2012 dall’Istituto per i Beni Culturali e Naturali della Regione Emilia Romagna.

Sposato e padre di due figlie, vive a Toccalmatto, presso Parma.

Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private fra cui: 
le Musée d’Art et d’Histoire de Delémont, le Musée d’art de Neuchâtel, de la Ville du Locle, de Vevey, la Fondation Le Grand Cachot, le Cabinet des Estampes à la Bibliothèque Nationale de Paris, il Gabinetto di Stampe Bertarelli di Milano, di Bagnacavallo, l’Albertina a Torino, la Biblioteca Comunale Sormani di Milano, la Biblioteca Nazionale a Berna, la Biblioteca universitaria e cantonale di Losanna, la Green Library della Stanford University, la Koninklijke Bibliotheek, le collezioni comunali di Olzai, la Médiathèque de Boulogne-Billancourt, il Gabinetto Scientifico Letterario Vieusseux di Firenze, il Museo della Carta e della Filigrana a Fabriano, la Biblioteca Apostolica Vaticana a Città del Vaticano, la Biblioteca Palatina di Parma, la Biblioteca della Soprintendenza dei Beni culturali di Parma, la biblioteca del monastero di Siloe,  Poggi del Sasso.

 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy